Amministrazione condivisa

Ultima modifica 5 agosto 2022

COSA SONO I BENI COMUNI

I beni comuni sono i beni, materiali e immateriali, che i cittadini e l’amministrazione riconoscono essere funzionali al benessere della comunità e dei suoi membri, all’esercizio dei diritti fondamentali della persona e all’interesse delle generazioni future, attivandosi di conseguenza nei loro confronti ai sensi dell’articolo 118 comma 4 della Costituzione, per garantirne e migliorarne la fruizione individuale e collettiva;

I beni comuni sono quindi quei beni che una comunità riconosce importanti per il benessere proprio e delle generazioni future, sono quei beni che “se arricchiti arricchiscono tutti, se impoveriti impoveriscono tutti” (Gregorio Arena - Labsus)

IL REGOLAMENTO

Il Regolamento disciplina le forme di collaborazione tra i cittadini e l’amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni. Si tratta di uno strumento innovativo, che  ripensa i rapporti tra pubblico e privato in un modo partecipato e democratico e qualifica la qualità della vita nella comunità locale.  

La Città di Settimo Tse ha  approvato il suo Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazioni per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani per con deliberazione comunale n.  93/2021 del 22.12.2021

Per leggerre il regolamento clicca qui

CHI PUO’ PARTECIPARE

Il regolamento definisce quali sono i i soggetti, ovvero i “CITTADINI ATTIVI”, con i quali il Comune può stipulare i Patti di collaborazione: tutti i soggetti, compresi i bambini, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche informali o di natura imprenditoriale, che indipendentemente dai requisiti riguardanti la residenza o la cittadinanza si attivano per periodi di tempo anche limitati per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani ai sensi del presente regolamento

TIPOLOGIA DI BENI COMUNI

I beni comuni possono essere  beni materiali (spazi pubblici, aree verdi aree scolastiche, edifici, etc..) e beni immateriali e digitali (cultura, sport, inclusione, accessibilità, ambiente, etc.)

Per avere un’idea, consulta l’elenco beni comuni urbani per tipologie

MODALITA’ DI CANDIDATURA DELLA PROPOSTA DI COLLABORAZIONE E ITER AMMINISTRATIVO

Le proposte di amministrazione condivisa possono partire  autonomamente da parte dei “cittadini attivi” oppure su sollecitazione della stessa Amministrazione che può pubblicare degli Avvisi pubblici.

I cittadini attivi possono:

La proposta deve essere trasmessa all’Ufficio protocollo del Comune, Piazza della libertà 4 -10036 Settimo Tse attraverso una delle seguenti modalità:

- tramite  PEC:  settimo@cert.comune.settimo-torinese.to.it

- tramite email:  protocollo.generale@comune.settimo-torinese.to.it

- a mano presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico

  https://www.comune.settimo-torinese.to.it/it/page/servizio-relazioni-esterne-e-innovazione

Il Comune, nella figura di un Dirigente delegato, verificato il rispetto del regolamento, le finalità perseguite e la fattibilità tecnica, sottoscrive il patto di collaborazione congiuntamente al rappresentante/rappresentanti designato/i dai cittadini attivi. 

La proposta deve essere trasmessa all’Ufficio protocollo del Comune, Piazza della libertà 4 -10036 Settimo Tse attraverso una delle seguenti modalità:

- tramite  PEC:  settimo@cert.comune.settimo-torinese.to.it

- tramite email:  protocollo.generale@comune.settimo-torinese.to.it

- a mano presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico

  https://www.comune.settimo-torinese.to.it/it/page/servizio-relazioni-esterne-e-innovazione

 Il Comune predispone un avviso pubblico volto a raccogliere tutte le proposte di collaborazione sul bene in oggetto e può avviare un confronto tra i diversi proponenti per facilitare la formulazione di una proposta condivisa.

Previa verifica del rispetto del Regolamento e della fattibilità tecnica, la proposta di collaborazione definitiva viene sottoposta all’approvazione dalla Giunta Comunale, che valuta la sussistenza dell’interesse generale alla realizzazione del patto di collaborazione complesso. Il dirigente incaricato sottoscrive il patto di collaborazione congiuntamente al rappresentante/rappresentanti designato/i dai cittadini attivi. 

FIRMA DEL PATTO E CURA DEL BENE COMUNE

Una volta firmato il patto, inizia la collaborazione attiva  tra cittadini e pubblica amministrazione, per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani.

Attraverso il confronto continuo, il Comune supporta i cittadini attivi e monitora l’attuazione di quanto previsto nel Patto di collaborazione, valorizza i risultati, raccoglie  esigenze e criticità condividendo con i sottoscrittori strategie di soluzione

SPORTELLO BENI COMUNI

Presso il Servizio Politiche Inclusive è attivo lo SPORTELLO BENI COMUNI, che coordina l’iter amministrativo, ed è a disposizione dei cittadini attivi per consultabile per orientamento, informazioni, supporto alla candidatura, alla firma del patto e alla sua gestione.

Contatti:

- 011.8028350

- benicomuni@comune.settimo-torinese.to.it

 

 Il Comune di Settimo T.se è in rete con l'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE LABSUS – LABORATORIO PER LA SUSSIDIARIETÀ APS https://www.labsus.org/

SCHEMA PATTO DI COLLABORAZIONE
Allegato formato pdf
Scarica